Primi

Un’unica voce: il progetto Felicetti, oggi penne al farro con verdure croccanti.

16 Giugno 2010 (Ultimo Aggiornamento: 22 Marzo 2021)
 

No, questa non è la solita “marchetta” filo-aziendale.

Nulla a che spartire con le solite strategie da “sponsorizzazioni-a-costo-zero”, e nemmeno l’idea di diventar le talpe che s’intrufolano in tutti i blog per seminar zizzania o tirare l’acqua al mulino del “partito” per cui – magari solo temporaneamente – si tifa.
Qui c’è in gioco il futuro ruolo di “magister ludi” nel tanto svilito mondo della pasta e di chi la produce. Qui c’è da imparare a giocare sul serio: con le cotture passive, quelle senz’acqua (provocatoria!), quelle senza sale, quelle con 80/100g di acqua per 1/2kg di pasta e altro ancora.

Siamo un manipolo che nasce con quest’intenti, a cui piacerebbe promuovere la cultura della pasta partendo da noi stessi, dalla nostra voglia di scoprire orizzonti ad oggi inesplorati, dalla nostra curiosità di sapere i veri risvolti che portano una pasta ad essere più o meno oggetto dei nostri piaceri.
Molto altro ancora ci spinge, ma da ultimo la volontà di provare a delineare con la massima oggettività possibile quell’ineffabile differenza tra una pasta artigianale ed una industriale, oppure del cosa e del come crea questa distinzione, che verosimilmente nemmeno chi la produce ha ancora veramente capito sino in fondo.
MONOGRANO FELICETTI ci ha invitati attorno a questo tema e noi abbiamo accettato:
ecco chi siamo:

Ady diariodiunapassione
Alexandra ombra nel portico
Barbara chez babs
Sarab qualcosa di rosso
Sandra un tocco di zenzero
Fabien la cuisine de Fabien
Stefano appunti digòla
Roberta sapori e consistenze
Sara fior di frolla

ognuno con lo stile che lo contraddistingue, con la personale fantasia e la passione che ci accumuna cercheremo in assoluta onestà di percorrere questo cammino tutti insieme.
Il progetto si amplierà ed arricchirà grazie al lavoro di noi tutti.
Le ricette che pubblicheremo con cadenze regolari, si articoleranno su due temi:
TRADIZIONE realizzare, elaborare, rivisitare ricette di “casa nostra” del nostro territorio, della nostra personale storia ed esperienza.
CREATIVITA’ : ricette che verranno “spogliate”, rivoltate, ripensate. Daremo sfogo alle nostre fantasie culinarie utilizzando verdure di stagione, formaggi e pesce , lasciando l’utilizzo di carne e salumi al tema tradizione. Fondamentale sará sempre la stagionalità.

Ho scelto il tema creatività  e il farro per la mia prima ricetta.
Una cottura particolare che ho imparato durante la mia partecipazione al Talent del Gamberorosso, direttamente dal suo fautore.
Ci vuole un pò di pazienza a preparare questo piatto ma vi assicuro che il risultato vi appagherà di tutti gli sforzi.
La cottura risottata l’ho fatta diverse volta, ma sempre con pasta secca di grano duro, con il farro mai e a dire il vero ero anche un pò in ansia, temevo non riuscisse come volevo, invece è venuta perfetta, cremosa al punto giusto.
Molto importanti per la buona riuscita del piatto  le cotture singole delle verdure, per evitare l’effetto lesso o stufato.

Enjoy 😉

 

 

Penne al farro con verdure croccanti.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Pranzo, cena Italiana
Da Ady Porzioni: 2
Tempo Di Preparazione: 10 minuti Tempo Di Cottura: 15 minuti Total Time: 25 minuti

Penne al farro e verdure croccanti

Ingredienti

  • 150 g di penne al farro Selezioni Monograno Felicetti al farro
  • un piccolo peperone rosso
  • due piccole zucchine
  • una melanzana piccola 😉
  • uno scalogno
  • tre o quattro funghi champignon
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • sale & pepe
  • un ciuffetto di timo limone
  • 1/2 litro di brodo vegetale leggero

Istruzioni

1

Mettere sul fuoco una larga pentola d'acciaio a bordi alti, farla riscaldare quindi versarvi le penne, muovere la pentola e  farle leggermente prendere calore quindi aggiungere un mestolo di brodo bollente.

2

Nel frattempo in una padella versare un filo d'olio e far saltare a fuoco vivo le verdure, un tipo alla volta, deglassando ogni volta il fondo e raccogliendo gli zuccheri con un pochino di brodo che andrà ad arricchire di sapore la pasta in cottura.

3

Controllare il quantitativo di brodo, non dev'essere nè troppo, nè troppo poco, quando la pasta sarà al dente ed il brodo sarà quasi completamente assorbito, aggiungere le verdure, mescolare velocemente, salare, pepare, spegnere il fuoco aggiungere un cucchiaio di parmigiano grattugiato, se si vuole; quindi   impiattare guarnendo con un rametto di timo limone ed una spolverata di pepe nero.

Ti potrebbero piacere anche:

12 Commenti

  • Risposta
    Sandra
    16 Giugno 2010 08:28

    buongiorno maestra!!
    Che piatto ricco Ady, devo riprovare anche io con questa cottura.
    Venerdì toccherà a me, incrocio le dita. Si sa maaiiiiiiii!
    😛

  • Risposta
    dansan
    16 Giugno 2010 09:18

    Semplice, godibile, sicuramente stagionale, che dire, grazie per l’impegno e per il tocco di sobrietà 🙂 un caro saluto anche da qui e buona giornata 🙂

  • Risposta
    alexandra
    16 Giugno 2010 12:06

    Che colori Ady!!! Mi leggo attentamente la “fattura” di questa pasta, perché il farro piace molto anche a me!!…hai ragione è orribile l’effetto lessato che alcuni ingredienti assumono in cotture “miste” e stratificate….

  • Risposta
    Sara @ Fiordifrolla
    16 Giugno 2010 14:19

    Ciao Ady!

    Mi piace il risultato che hai ottenuto con questa cottura risottata, la cremosità c’è tutta e si vede anche nelle foto. Un piatto leggero, semplice (il che non significa facile), perfetto per questa stagione.

    Lunedì è il mio turno!

    Buona giornata 🙂

  • Risposta
    sara b
    16 Giugno 2010 14:23

    ah ma quindi è completamente risottata, e non solo la seconda metà del tempo… ma sai che non ho mai provato? sperimento di sicuro ady!!! 🙂

  • Risposta
    Ady
    16 Giugno 2010 15:06

    *Teacherrrrrrrrrrr, ma di che ti preoccupi, aspetto venerdì ;-))
    *Dansan, grazie, si semplice ed elaborata al tempo stesso, ma ad ogni boccone dici che ne è valsa la pena 😉
    *Alex, ero titubante come ti ho detto per la riuscita, ma devo dire che mi sbagliavo, bacioni 🙂
    *Sara fiordifrolla, hai perfettamente ragione, è cremosa al punto giusto, a lunedì allora buon lavoro 😉
    *Sara b si si tutta, va messa in pentola calda senza niente e poi si aggiungere il brodo, aspetto il tuo parere un abbraccio 🙂

  • Risposta
    Lauradv
    20 Giugno 2010 11:52

    Ady questo modo di cucinare la pasta mi intriga parecchio! Lo proverò!
    Un bacio

  • Risposta
    Ady
    20 Giugno 2010 14:25

    Ciao Laura, prova e fammi sapere, bacioni ;-))

  • Risposta
    appunti digòla » Fusilli Felicetti Monograno Khorasan-Kamut con soupe à l’oignon, crudo di sarde, acqua di prezzemolo, peperoncino fresco e conchiglie.
    23 Giugno 2010 07:06

    […] le altre ricette: Rigatini di farro su salsa di zucchine e basilico Penne al farro Tagliatelle Khorasan-Kamut con cremadi melanzane, acqua di pomodoro e sgombro Spaghetti con […]

  • Risposta
    accantoalcamino
    18 Luglio 2010 15:56

    Che meraviglia!! Io faccio spessissimo la pasta risottata, dall’inizio, la adoro ha una sua cremosità irresistibile..ciao

  • Risposta
    Un’unica voce: il progetto Felicetti, oggi penne al farro con verdure croccanti. « Aggregatore Ricette Cucina
    23 Luglio 2010 18:08

    […] originale Vedi il post originale qui | Leggi tutto: Un’unica voce: il progetto Felicetti, oggi penne al farro con verdure croccanti. […]

  • Risposta
    brand development
    29 Aprile 2012 10:09

    Dad, you are not allowed to win. Not that immediate family CANT win. Just that you cant unless you leave a better comment.

  • Lascia una Risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.