Un pò di me

Diariodiunapassione e le Sorelle Nurzia

1 Aprile 2010 (Ultimo Aggiornamento: 30 Marzo 2021)

Non tornavo a L’Aquila da tanto tempo, anni credo.
Vederla nello stato in cui versa non è facile, tante cose sono state fatte, tante altre dovranno essere portate a termine, ma è sempre una ferita incancellabile.
Incancellabile come quella notte, il ricordo della quale ritorna puntualmente in me e nei miei figli ogni volta che per il vento le persiane sbattono forte facendo rumore,  il ricordo delle notti passate in macchina e poi finalmente in casa, ma sul divano e vestiti, pronti a scappare.
Ma tutto ciò non è niente in compenso a svegliarsi con una parte addosso e la puzza di gas sotto il naso, sperando che nessuno accenda la luce, oppure in compenso al dolore di aver perso una persona cara.
Ma oggi non voglio parlare di questo, non certo per dimenticare, non si potrebbe mai, ma per andare avanti, perchè si deve andare avanti e sperare in un futuro migliore.
Non so cosa farò dal 7 aprile, Ady, ma qualcosa mi inventerò, ci inventeremo perchè questo è il mio lavoro, il nostro lavoro, la nostra passione”.
Queste le parole di Mara, uno scricciolo biondo con delle collane incredibilmente belle ed originali (questo non te l’ho detto, ma dove le hai comprate? Sono bellissime! )
Tanta forza e tanto coraggio in questa donna che ha avuto la sfortuna di dover cambiare totalmente la sua vita, e nello stesso tempo la “fortuna” di aver vissuto un’esperienza così forte da averle donato tante preziose emozioni.
Con forza e coraggio alcuni mesi fa scrisse una lettera di aiuto intercettata da Artemisia, nacquero così le 99 colombe, adesso ne sono molte molte di più, sul blog troverete tutta la storia di questo bellissimo sodalizio 😉
E di seguito troverete un collage di immagini dello stabilimento, del lavoro che ogni giorno vi si svolge, io sono capitata il giorno dei biscotti, delle ferratelle ricoperte da una colata di cioccolato al latte ;P
Per non parlare della colomba con gocce di cioccolato,
La cosa che mi ha colpito è che dalle Sorelle Nurzia, non ci sono visi, stanchi e annoiati, ma solo sorrisi, disponibilità e tanto calore umano.
Appuntamento qui il 6 Aprile  per non dimenticare 😉

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbero piacere anche:

10 Commenti

  • Risposta
    MarinaV
    1 Aprile 2010 11:15

    Bel racconto, Ady, grazie mille!

  • Risposta
    Paola
    1 Aprile 2010 12:21

    Ho appena ricevuto il pacco!! Buonissimo tutto! Baciooo

  • Risposta
    saretta
    1 Aprile 2010 12:27

    Vi abbraccio!:D

  • Risposta
    alem
    1 Aprile 2010 12:46

    grazie ady, bellissimo post!

  • Risposta
    Sandra
    1 Aprile 2010 14:15

    grande, grande, grande! cuore grande che hai !

    Bel post, brava cara.
    Chissà che emozione rivedere l’Aquila. Anche io vorrei fare un viaggio da quelle parti, prima o poi. Chissà.
    Intanto aspetto che arrivino i prodotti delle Sorelle Nurzia a Torino. Anche se dopo Pasqua, sarà una bellissima festa!
    bacioni

  • Risposta
    Frank
    1 Aprile 2010 15:19

    bene…brava…come sempre d’altronte!!!!

  • Risposta
    Jacopo
    1 Aprile 2010 15:37

    Appena ricevuto, e intaccato, il secondo scatolone Nurzia 😀
    Che bel posto: sembra la Fabbrica di Cioccolato ! Quest’estate li andiamo a trovare di nuovo, insieme 😀

  • Risposta
    Marifra79
    1 Aprile 2010 23:25

    Chi potrebbe dimenticare!Sono stata di recente anch’io all’Aquila per la ricostruzione….ho ancora i brividi!Brava Ady!
    Un abbraccio e buona Pasqua!

  • Risposta
    Ely
    1 Aprile 2010 23:32

    che meraviglia….. il popolo Abruzzese è forte e con tanta voglia di rimettersi in gioco! sono felice che tu abbia potuto constatarlo 🙂 ciao Ely

  • Risposta
    Ady
    6 Aprile 2010 10:47

    Grazie a tutti voi di essere passati:
    *Sandra magariiii, quando deciderai di venire ti ci porto io ;-))
    *Jacopo sarebbe bello 😉

  • Lascia una Risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.