RSS

Cacio e pepe?

mer, gen 20, 2010

Primi

Qui lo so mi inimicherò i romani, uno su tutti ;-)
Durante il mio soggiorno romano, ho avuto modo di provare diversi piatti della tradizione, le puntarelle hanno fatto breccia nel mio cuore ed avranno sempre un posto speciale accanto ai filetti di baccalà del Filettaro di P.zza S. Barbara (grazie Paola e Jacopo).
Però anche i tonnarelli cacio e pepe assaggiati qui, insieme ai carciofi alla romana erano degni di nota.
Tornata a casa qualcuno mi ha fatto notare che in Abruzzo il pecorino non solo è famosa ma anche molto buono, che i tonnarelli potevano essere tranquillamente sostituiti con degli spaghetti alla chitarra, insomma un cacio e pepe all’abruzzese.
Il pecorino che ho usato è questo, gli spaghetti alla chitarra, li ho fatti io, con una semplicissima pasta all’uovo.
Ora, non è che io avrei la presunzione di aver inventato qualcosa, ma secondo me la cucina è anche sperimentazione quindi…

Ingredienti:

  • 350 gr. di spaghetti alla chitarra
  • 150 gr. di pecorino grattugiato
  • pepe al mulinetto
  • sale

Mentre gli spaghetti cuociono in abbonadante acqua salata, in un capiente ciotola mettere il pecorino grattugiato e scioglierlo con con pò d’acqua di cottura della pasta.
Scolare gli spaghetti e metterli nella ciotola con la crema di pecorino mantecare il tutto, pepare abbondantemente [a me piacciono con molto pepe ;-) ]

Cacioepepe2

cacioepepe3

, , ,

14 Commenti

  1. Frank Says:

    mamma mia quanto erano buone…senza nulla togliere ai tonnarelli…ahahahah…chissà chi è stato il suggeritore? boh!!! ahahahahah

  2. manu e silvia Says:

    Adoriamo questa pasta! Cerchiamo di farcela appena possibile, anceh se siamoc onsapevoli ceh l’originale è imbattibile. Quando siamo state a Roma non ce la siamo fatta sfuggire neppure noi.
    baci baci

  3. alexandra Says:

    uhhhh Ady…li avevo visti in FB…sono di un buono!!! belli così “bavosetti”…li adoro!!!

  4. jacopo Says:

    Vabbe’ va… se aggiungi più pecorino e più pepe sei perdonata :-D
    Comunque in molti (ogni tanto anche io) a Roma li fanno con i tonnarelli (ovviamente all’uovo).

  5. patrizia Says:

    buoni…ma olio niente?

  6. saretta Says:

    Un piatto semplice che mi fa sbarellare, specie se poi li faccio seguire da bei carciofi alla romana!!!!
    complimenti per la pasta, è venuta da dio!
    bacione

  7. Luisa Says:

    Complimenti! Un bellissimo modo per rendere “propria” la cucina di un’altra regione :)

  8. Sabrine d'Aubergine Says:

    Hai fatto uno splendido lavoro (soprattutto perché ti sei fatta la pasta in casa…). Complimenti! Fare i piatti semplici è una cosa difficile…
    Buona giornata
    Sabrine

  9. CoCò Says:

    Dico sempre che devo comprarmi la chitarrina per gli spaghetti, per il momento mi accontento degli spaghetti alla chitarra di garofalo, li hai mai provati? I tuoi però sono veramente succulenti che tanto io romana non sono.Baci

  10. Milla Says:

    Certo la cucina è soprattutto sperimentazione e creazione quindi ben venga questa cacio e pepe con questi deliziosi spaghetti alla chitarra! a presto

  11. tuorlorame Says:

    Adoro gli spaghetti cacio e pepe

  12. Sandra Says:

    boniiiiiiiii!!
    Io li adoro, e questi sono strepitosi :)
    bacioni

  13. Marifra79 Says:

    Brava Ady!Niente male…pazienza per i romani!
    UN ABBRACCIO

  14. Ady Says:

    *Frank ;-) )
    *Manu&Silvia è semplice ma buonissma baci a voi due :-*
    *Alexandra grazie cara un bacio :*
    *Jacopo grazie eh!!! ;-) )
    *Patrizia assolutamente no ;-)
    *Saretta ahahah graziee ;-)
    *Luisa :-*
    *Sabrine quando posso preferisco sempre farla da me la pasta, grazie :-)
    *Cocò eh già anche la chitarrina ci vuole nella cucina di una cuoca, un bacione cara anzi 2 uno anche al tuo piccolo Giulio ;*
    *Milla grazie :-)
    *Tuorlorame anch’io nella versione originale e nella mia, baci.
    *Sandra grazie mille cara :*
    *Marifra un abbraccio anche a te e grazie :-)

Lascia un Commento